Expo 2015: prezzi degli hotel troppo alti, i TO non chiudono contratti

/, Qualità/Expo 2015: prezzi degli hotel troppo alti, i TO non chiudono contratti

Expo 2015: prezzi degli hotel troppo alti, i TO non chiudono contratti

«Siamo preoccupati. I tour operator con cui parliamo ci dicono che non riescono a chiudere contratti per notti a Milano. Cosa succede? Manca l’offerta o gli albergatori propongono prezzi non adeguati?» Giuseppe Sala, commissario unico di Expo (Corriere.it)

Molto strano che i nostri politici si preoccupino ora, e solo ora, della possibilità che i T.O. nazionali ed internazionali non riescano a chiudere contratti con gli albergatori milanesi e della cintura. La qualità del servizio offerta è sempre stata mediamente inferiore alle aspettative e solo per una “necessità” visitatori e espositori delle delle varie fiere “city” e “Rho” hanno giocoforza acconsentito a farsi “spennare” dagli albergatori milanesi in cambio di servizi scadentissimi o inesistenti.

Fa sorridere che ora i nostri politici possano attribuire ai denti lunghi degli albergatori la scarsa prenotazione alberghiera. Purtroppo il sistema internazionale risponde diversamente alle “ladrate” dei nostri imprenditori.

Nessuno si è mai preoccupato, né da parte imprenditoriale, né da parte pubblica, di valutare onestamente le performances dei fornitori di servizio: la qualità del servizio non è mai interessata a nessuno… fin ora. E questa è la risposta che il vero “mercato”, quello internazionale, dà al nostro, italico e milanese, sistema di accoglienza…

Non c’è molto da dire, se ne vedranno delle belle nei prossimi mesi.

 

 

Riccardo Laudadio

riccardo.laudadio@hospitalityschool.it

2014-10-27T12:05:03+00:00 ottobre 27th, 2014|Categories: Eventi, Qualità|Tags: , , |0 Comments